In un paesino chiamato fantasia, il tempo scorreva con grande lentezza per i cittadini che avevano tanta fame.
In questo paesino c’era molta povertà: i terreni dei contadini non erano più fertili, i mercanti urlavano tanto in modo che qualcuno comprasse i loro articoli e i bambini giocavano in modo da dimenticare di avere fame.
Solo uno di loro se ne stava in casa seduto in un angolo a pensare… avrebbe voluto vivere in un mondo incantato dove fosse tutto commestibile.
Un giorno decise di andare in cerca di qualcosa da mangiare e si incamminò verso un bosco.
Dopo un po’ vide un cervo e decise allora di seguirlo.
Il bambino si nascose dietro un cespuglio per non far impaurire il cervo, aspettando…. Vide che quest’ultimo prima si guardò intorno e subito dopo si addentrò in una grotta scura… Il bambino continuò a seguirlo e “BUM” cadde in una fossa. Si sveglio e non potè credere ai suoi occhi: i tronchi degli alberi erano di liquirizia, un po’ più in la scorreva un fiume di cioccolato bianco, i petali dei fiori erano fatti di tante caramelle gommose di diversi gusti. Rimase perplesso, si strofinò gli occhi pensando di sognare ma nulla cambiava, allora si insospettì; si abbassò e prese un filo d’erba, lo assaggiò, era al gusto di menta!!! Una nuvola, in quel momento scese dal cielo, la assaggiò ed era fatta di zucchero filato, le stelle erano fatte di latte di cocco e la luna e il sole avevano un gusto di fragola.
Il bambino corse subito a chiamare tutti gli abitanti. All’inizio lo presero per pazzo, ma quando anche loro videro quel mondo zuccherato lo ringraziarono.
Alla fine il fantastico paese si espanse, e , fu da allora che venne chiamato “Paese FANTASIA”

Print Friendly, PDF & Email