È l’anno 2137 e il pianeta Spank, che si trovava in  una lontana galassia, diventò a poco a poco inabitabile perché colpito continuamente da un milione di asteroidi. Prima il pianeta Spank era pieno di gente e vi splendevano continuamente varie costellazioni. Gli abiti, stufi del loro pianeta, decisero di partire con le loro navicelle spaziali, tutte colorate a forma di sfera. Durante il viaggio nel cosmo, gli abitanti intravidero il pianeta Terra, un’enorme palla con delle macchie di colore marrone, verde e blu e rimangono incantati della grandezza e dalla bellezza degli oceani. Gli esploratori felici di  aver scoperto un nuovo pianeta, ritornarono alla base e raccontarono agli altri abitanti la bellezza e l’immensità della Terra e che gli esseri umani erano delle persone con la pelle bianca che vivevano in maniera frenetica.
Gli extraterrestri si trasferirono sulla Terra, andando ad occupare i fondali dell’oceano abitando nella barriera corallina e portando con se i pezzi di magma per nutrirsi. Alcuni terrestri che si trovavano in spiaggia rimasero a bocca aperta nel vedere alcuni degli strani oggetti volanti che si immergevano nel mare. Una spedizione di scienziati scoprì gli alieni in fondo all’oceano; i terrestri vennero a conoscenza di questa notizia e rimasero terrorizzati e decisero di cacciarli.
Uno scienziato famoso studioso di extraterrestre, di nome Justin riesce a comunicare con gli alieni, attraverso un sommergibile di media dimensione. Lo scienziato comunicò all’umanità che gli alieni erano venuti in pace, per trovare un nuovo posto dove abitare, perché il loro pianeta era invivibile. I terrestri accettarono la convivenza con i nuovi abitanti, così avrebbero potuto conoscere i misteri dell’Universo.

Print Friendly, PDF & Email