Il vento che accompagna il caldo afoso da freschezza. A Vito Servo Dio era morto il padre, allora la madre chiese allo zio di aiutarlo. Però lo zio non era molto buono. Un giorno Servo Dio, aiutò il falegname a fare le forme per le scarpe. Andò a casa di Servo Dio, lo zio, che lo costrinse a commettere reati al punto che uccise il Sindaco di Santeramo, allora lo ricercarono tutte le guardie. Servo Dio prese dei bambini per avvisarlo se arrivavano delle guardie per andare alla masseria Pantalone. Mi ricordai di questa storia un giorno che giocavo ad acchiapparello, vicino a quella Masseria. Un giorno un bambino , fu catturato, sudato e impaurito, le guardie gli chiesero: ”dove sta Servo Dio?”, egli rispose: ”nella Masseria Pantalone. ”Egli corse per indicare la Masseria. Allora Vito scappò per non essere ucciso, ma lo acchiapparono. Con la bruna da lontano, le guardie lo strinsero a braccetto, lo portarono al carcere e dopo qualche giorno strinsero l’accordo che lo zio andasse in carcere mentre Servo Dio doveva stare lontano sia dalla Masseria sia dal carcere. Servo Dio sentì di nuovo l’erba umida tra i piedi e le pietre appuntite e l’abbraccio dei suoi fratelli. La madre era morta per tumore.

Print Friendly, PDF & Email